mercoledì 27 aprile 2016

Scarti riscoperti #4|| altre proposte "in striscia"


Ah! queste mitiche striscioline! Sono ovunque in tipografia, se ne trovano veramente dei cassoni.
Eppure, la loro umile origine permette di trovare tante nuove opportunità di utilizzo
Per esempio, sono perfette come stami al centro del fiore di carta... 
così...


...oppure così...

Forza! Correte a prenderne! E' primavera, facciamo sbocciare i fiori!

giovedì 7 aprile 2016

Scarti riscoperti #3 ||| Laboratorio in una scuola dell'infanzia


Finalmente è primavera!
Anche sui vetri della scuola.
Perchè con tanti bambini (...quasi 90!) e tanti scarti pronti a tutto, si possono veramente realizzare tante idee...













Bastano un po' di rami secchi...

...un po' di filo di lana e adesivi salvati dal macero....

...anche un vecchio hula-hop potrebbe tornare utile...

...e il risultato del lavoro di una giornata si vede anche da fuori!

A questo laboratorio hanno partecipato classi molto numerose, con bambini dai 3 ai 5 anni, un'ora di lavoro per ciascuna fascia di età.
Data la differente capacità manuale dei bimbi, le proposte di realizzazione dei fiori e dei rami primaverili sono cambiate nel corso della giornata.
Tutti i gruppi hanno ricevuto però il medesimo invito a "produrre" una installazione primaverile, così da allestire il salone. 
Il mio sostegno è andato a tutti i bambini, a cui ho proposto tecniche per la realizzazione di fiori e foglie, e soprattutto nella parte della installazione...
L'installazione, già.
Doveva restare solo temporaneamente sui vetri, ma pare che le insegnanti abbiano gradito l'idea. Sono curiosa di scoprire dove la metteranno una volta che verrà rimossa, perchè avevano delle idee molto carine. Vedremo...

Al prossimo laboratorio! Ma.. andremo in un castello o sulle nuvole?


Scarti riscoperti #2

Altri sfridi (*), altre proposte...
(*)= nome ufficiale delle striscioline di ritaglio, indipendente dal colore delle striscioline stesse...

Siccome di queste meraviglie ne ho recuperato ben due scatoloni, ora è il momento di darsi da fare prima che il BuonAvvocato mi sottoponga documenti minatori...

Potete tirare giù tutte le stelle del cielo...

Meglio. Potete tirare fuori tutti gli avanzi di lana!!

Colori e combinazioni di ogni tipo, per accordarsi alla vostra Palette di Colori...
Ulteriore bonus: in vasetto si conservano fino a Natale! Soprattutto se vi ci sedete sopra...

Altra idea... Fiori!! 
...finiti...
e pure confezionati, pronti per la consegna!
Se avete voglia di fare un po' di fiori, su Pinterest trovate un sacco di proposte di tutorial.
Ho radunato i più facili in questa mia bacheca dedicata ad attività per la scuola dell'infanzia: i fiori di carta sono facili e soprattutto si abbinano molto bene ai PolliciNeri...

Ora scusate ma vado a ballare la danza della vittoria, perchè ho trovato vari modi per esaurire le scatole di sfridi!!
Sappiate che entro breve le ghirlande saranno online nel negozio di BaciDaR.E. su Etsy... con tutte le striscioline che ho posso produrne veramente quantità industriali.

domenica 3 aprile 2016

Scarti riscoperti ||| Laboratorio in una scuola dell'infanzia


“Babai, la pecora, vive tra le montagne desertiche dell’Iran.
Non c’è molta vita da quelle parti e Babai si annoia.
Ma un giorno... prende una grande decisione: vuol far crescere un giardino, un giardino lussureggiante.”
Il giardino di Babai di Mandana Sadat - Jaca Book, Milano, 2004








mercoledì 16 marzo 2016

Scarti da non scartare


Le prime impressioni a volte non sono veritiere.
Come per questo ammasso di striscioline.
Abitano solitamente nel cassone a fianco della taglierina delle tipografie industriali specializzate.
E così, di solito succede che si lascia un pacchetto di byte per tornare a casa con questo. 
Un intero scatolone di sfridi.... 
sorge spontanea l'ovvia domanda: "e adesso che ci fa?!"
E lo sguardo scettico non aiuta il neurone creativo nel cercare di capire le possibilità nascoste in esse.
Vi do qualche indizio?
Osservandolo da vicino....



...eh sì, resta comunque un ammasso informe di striscioline veramente poco attraente....

eppure...
a guardarlo dall'alto...
no, sempre un ammasso informe.
allora vediamo che effetto fanno se le tiro fuori dallo scatolone... 



























adesso sono solo un ammasso disperso sul pavimento. 


e se provassi a suddividerle per altezza? effettivamente, ho qualche vaschetta da parte. 
 ecco, così ci siamo!

Ta-dah!
Perfetto!
Ora sono pronte a tutto, queste mitiche striscioline!
Così suddivise possono diventare qualsiasi cosa ...per esempio, possono diventare delle stelle come in questo tutorial 
Oppure? che idee vi fanno nascere? 


giovedì 10 marzo 2016

Taiji Quan ...una serata concentrata

TaijiQuan è la traduzione cinese di "Mens sana in corpore sano".
E se una volta avevo solo voglia di entrare in acqua e fare delle gran vasche da qualche tempo a questa parte mi piace andare in palestra all'asciutto: operativa dopo 3 minuti dalla fine della lezione. Sessione di chiacchiere compresa.
Ecco il mio invito:


La serata arti marziali si sta rivelando davvero utile ...soprattutto per chi ha intenzione di iscriversi al corso estivo dei Seals a San Diego, e per chi preferisce restare nella legalità prendendo a pugni e calci dei beati materassoni. Oppure molto più tranquillamente, il TaijiQuan è per chi vuole imitare quei mitici vecchietti cinesi che a 80 anni riescono a fare delle robe che le mie articolazioni non hanno nemmeno mai capito come si fa!

Così il giorno dopo siete tranquilli e sereni pronti per affrontare nuove sfide, e lanciarsi in nuove  avventure.... Kung Fu Panda ...ops... Volevo dire: buon TaijiQuan a tutti!

p.s.: il volantino è stato realizzato graficamente dal nostro istruttore, che è anche interprete di cinese... Così sappiamo dire "grazie" quando ci corregge le posizioni sbagliate.... 

mercoledì 9 marzo 2016

Biglietti DIY per la festa della donna || budget di progetto

A una domanda sul budget, la mia risposta solitamente è "budget? quale budget??".
Eppure la domanda è legittima.
Una mamma con tre figli il giorno 8 marzo 2016 ha regalato 160 biglietti, rigorosamente realizzati e decorati a mano.
Il pensiero che nasce immediato è "...ma questa qui è la moglie di (inserire nome di milionario a caso)..."
Seguito subito dopo da "...ma è matta, chissà quanto ha speso"...

Il conto è presto fatto:
2.90€+
0.67€+
(0.1€x20)=
5,57€.

Sì, avete letto bene.

Specificando meglio:

  • 2.90€ il tampone per timbri blu Lebez, acquistato in cartoleria
  • 0.67€ due cespi di radicchio - utilizzati veramente solo 0.2€ perchè il resto del radicchio è andato a finire nell'insalata e nel risotto
  • 2€ di fotocopie su cartoncino bianco 120gr. per le 160 cartoline 10x15cm
  • materiale di consumo - cutter, squadra, tavoletta da taglio Niji, tampone nero, tagliere e coltello - già in mio possesso

Da questo discende che mio marito non è (nome di un milionario a caso come sopra).

La mia è semplice passione, e ho l'immensa fortuna di poterla anche chiamare lavoro.

Mi capita perciò spesso di incontrare scuole che devono stare dentro al budget, con insegnanti dai capelli dritti che non sanno più come risolvere il problema del budget, e distratte dal budget perdono l'opportunità di realizzare progetti interessanti con i bambini per i bambini.
Perchè non hanno budget.

Eppure... Se invece che destinare i biglietti alle donne intervenute alla cena, avessi preparato i biglietti di una intera scuola per la festa della mamma? O del papà? O per i nonni?

Ecco.

Quindi... Budget? Ma quale budget??